Come scegliere il costume intero
20 June 2018
Lontano dall’Italia le paturnie diminuiscono
25 July 2018

I colori che creano un outfit riuscito

Quando ho aperto questo blog ormai 8 anni fa il primo argomento che ho affrontato sono stati i colori. Avevo notato che prima di modelli e stili erano i colori, i loro abbinamenti, che potevano rendere un outfit riuscito o disordinato. Ho affrontato i migliori abbinamenti, il loro utilizzo per ridistribuire le proporzioni, le tecniche per capire quali colori ci donano ma adesso vorrei parlare di qualcosa di differente. Vorrei approfondire le ragioni per cui il look che indossate può risultare confuso se non utilizzate i colori al meglio.

utterlyengaged

utterlyengaged

Infatti l’utilizzo dei colori per vestirsi è diverso da quello che si fa nella pittura, nell’arredamento o nella grafica. Un sito sui toni del rosa, fucsia e verde può essere stupendo, un outfit terrificante, perciò credo sia fondamentale capire che anche la quantità di colore che indossate fa la differenza.
Il look più banale, sportivo e comodo può essere ben riuscito se utilizza solo bianco, blu e jeans, potrebbe sembrare scontato e un po’ sciatto ma non lo è. Diventa invece confuso se abbino  un jeans chiaro con sneakers nere, una maglietta fantasia sul bianco e una borsa beige. Non sembra ragionato e magari non lo è perché avete arraffato la borsa di corsa per arrivare al supermercato prima che chiudesse, ma se riuscite a strutturare il vostro armadio in modo furbo questo non vi succede perché di rado gli abiti non si abbineranno tra loro.

utterlyengaged

utterlyengaged

Quindi vediamo di approfondire questo concetto dei colori che utilizziamo per vestirci. I colori base fanno sempre ordine, quindi utilizzare blu, nero, grigio, bianco e beige è sempre più facile, certo però non tutti insieme. A seconda di quali colori vi donano e di quanto contrasto vi sta bene (approfondiremo più avanti) è una buona idea sceglierne due, uno più chiaro e uno più scuro. Coppie come blu e bianco, blu e beige, bianco e nero, nero e grigio, bianco e grigio o blu e grigio sono molto ben riuscite, se vi limitate a due di questi colori difficilmente potrete sbagliare.

Questo non è per farvi desistere dall’utilizzo dei colori, o farvi ristringere ulteriormente la vostra confort zone, ma perché credo che per imparare bisogna iniziare dalle basi, dalle cose più semplici e poi piano piano salire di livello. Non sarà complicato poi aggiungere un colore negli accessori, poi due e poi anche negli abiti come abbiamo visto quando studiavamo la teoria degli abbinamenti.

utterlyengaged

utterlyengaged

Questo ci servirà nel momento in cui costruiremo l’armadio, perché attraverso il nostro colore base aggiungeremo prima i capi base e poi qualcuno colorato. Ma se l’armadio lo avete già come potete utilizzare questa tecnica di semplificazione? Banalmente dividete l’armadio, come probabilmente vi ho detto altre volte, in capi base e capi particolari, colorati, fantasia di modo da vere chiare le due distinzioni. Il colore è meraviglioso, ma abbinare tra loro capi colorati e metterli insieme in un unico outfit non è semplice. Se però siete più estrose e vi piace l’idea di uscire con l’abitino rosa pesca, i sandali verdi e la borsa rossa andate a ripassare l’abbinamento per colori a seconda delle stagioni cromatiche, di modo da centrare tre o più colori che stanno bene insieme.

Se invece come me preferite partire dalle basi vediamo ogni singolo colore base come si abbina ad altri colori.

Bianco e derivati: più facile in estate

  • Bianco: il bianco gesso, freddo e abbastanza intenso è un colore che contrasta molto, sia che sia abbinato a colori abbastanza simili cromaticamente, il fucsia, il blu elettrico, sia che lo accostiamo a toni caldi, il Bordeaux, il verde militare. Ottimo per dare luce al vostro outfit soprattutto appena iniziano le belle giornate.
  • Panna/Avorio/Crema: i bianchi più caldi e leggermente più smorzati sono molto belli in abbinamento con colori a loro simili, un rosa caldo, un rosso corallo, perché creano un look molto delicato, e contrastano meno con i toni più scuri riuscendo a smorzare blu e nero. Non li vedo molto bene con colori freddi e intensi come il viola, ma possono essere utilizzati con quelli freddi e tenui come il celeste pallido.

Beige: si dice che non doni a nessuna e non è vero

  • Beige tenue e freddo: esiste un beige freddo, è una specie di rosa freddo molto chiaro con una punta di grigio ed è ottimo per chi ha un abbigliamento fatto di toni freddi. Sta molto bene con il grigio, non male con celeste rosa e altri colori freddi e tenui, si può accompagnare anche ai colori freddi e scuri come nero, blu scuro e bordeaux ma non con quelli intensi. Eviterei di accostarlo per esempio a un fucsia.
  • Beige tenue e caldo: un colore molto difficile si più che però riesce bene in abbinamento con i suoi simili, colori tenui e caldi, i rosa carne, i rossi un po’ smorzati e non male con i blu più caldi o i bordeaux più rossastri. Potrebbe anche lui avere qualche chance con il verde e con qualche azzurro un po’ più turchese mentre poco adatto ai colori molto intensi freddi.
  • Beige cammello: ben più caldo e per certi versi vicino al senape e al marrone si accosta bene solo a colori caldi, bello con i blu scuri e fa eccezione con il nero che riesce a scaldare un po’, ma il cui abbinamento risulta molto scuro e adatto alle stagioni (atmosferiche) fredde. Bello con i vari rosa e molto con il rosso, adattissimo ai bianchi dal più freddo al più caldo, non male con il grigio, ma solo se un po’ tenue.

Grigio: molto bello, non si trova in tutte le città

  • Grigio chiaro: questo colore si presta come colore che aggiunge luce in un outfit a coloro che non amano bianco e beige, sta benissimo con i blu più scuri, il nero e i toni freddi e tenui tutti, meraviglioso con celeste e rosa in particolare. Da scartare l’abbinamento con i colori caldi e intesi ma non male coi freddi e intensi come fucsia e blu elettrico. Se ci piace molto possiamo provare a scaldarlo con un colore tenue soft e un po’ caldo come un rosa antico.
  • Grigio medio: molto più intenso e caratteristico si abbina quasi come il suo fratello più chiaro ma da il meglio con i colori più scuri e decisi. Non lo accosteremo mai a un colore caldo perché farebbero un po’ a pugni.
  • Grigio scuro (ex fumo di Londra attuale antracite): molto vicino al nero ne fa quasi lo stesso uso escludendo però gli abbinamenti coi colori caldi, lo potremmo trovare molto adatto con i viola, i celesti e i verdi più smeraldo.
  • Grigio ardesia: è un grigio con una punta di blu o di verde, non lo consideriamo un colore base.

Blu: a meno che non viviate a Genova faticherete a trovare le scarpe

  • Blu cobalto: questo blu con una punta di verde è il più difficile da usare perché non è quasi un colore base, sta bene coi colori caldi e un po’ più scuri, come il bordeaux e i rosa cipria scuri.
  • Blu. Blu di Prussia: blu cobalto molto scuro, più facile da abbinare, sta anche lui meglio con i colori caldi e stona un po’ col nero e i grigi, ma anche con i colori più brillanti.
  • Blu marino: più freddo e intenso sa bene con i colori altrettanto intensi e freddi, stacca un po’ troppo da quelli caldi, anche lui se molto inteso è quasi un blu elettrico e quindi non tropo base ma sta divinamente con bianco e colori più chiari creando un notevole contrasto.
  • Blu notte: il blu marino un po’ più scuro e un po’ più soft abbinabile praticamente con tutto, dai colori più scuri a quelli più caldi, molto bello con i colori più soft in qualche tabella viene anche chiamato zaffiro è quello che più facilmente troverete nei negozi.

Marrone: no va di moda da tanto tempo ed è quasi sparito

  • Marrone: molto caldo e un po’ rossiccio si abbina bene a tutti i colori caldi e intensi, o scuri, non sopporta i freddi, specie se intensi, e non possiamo accostarlo ai colori più pallidi. Diverso discorso se nella pelle che si accosta molto bene anche ai colori tenui, pesino freddi, ma devono essere molto sbiaditi, come il celeste molto chiaro.
  • Marrone testa di moro: molto scuro e un po’ freddo lo vediamo bene anche con i colori più freddi ma molto scuri di media intensità. Anche lui lo scartiamo per i fucsia o i blu elettrici molto freddi e intensi, mentre sta bene con i caldi sia intensi che soft come i vari punti di rosa e di arancione.

Nero: che scelgono quasi tutte

  • Nero: di nero ce n’è uno e la differenza si nota per via del tessuto, del materiale o della sbiaditura dovuta ai lavaggi, il nero sta bene ovviamente con tutti i colori ma sappiate che accostandolo con colori intensi creerete molto contrasto, mentre con quelli più scuro l’insieme è molto cupo e non dona a tutte, il chiaro smorza sempre un po’, specie se soft quindi abbastanza smorzato.

A questo punto dovreste avere le idee un pochino più chiare, e dovreste trovare nel vostro armadio i colori base dividendoli per sfumature. Qual è quello che predomina?