La ruota del colore
11 February 2021
Analisi del Colore 12 o 16 stagioni
11 March 2021

Colori: il contrasto

Una delle cose più importanti quando si parla di colori è il contrasto. Lo so che vi spaventa, che sembra un argomento complicato, che preveda grafici e profonda conoscenza del colore, ma vi assicuro che non lo è. È molto più facile capire il contrasto che capire le caratteristiche di un colore, ed è molto più facile capire il vostro contrasto che auto-analizzarvi per sapere a che stagione appartenete. Inoltre, il contrasto è quello che si nota subito, ha una resa visiva pazzesca e può rovinare un look, eppure è il primo elemento che ci capita di utilizzare per valorizzarci.

Abbiamo, tanti anni fa, approfondito gli effetti ottici che si possono creare con il contrasto, come il colore scuro rimpicciolisca e quello chiaro ingrandisca, e quindi, specie se nella vostra forma del corpo avete sproporzioni, è probabile che voi utilizziate già colori ad alto contrasto tra loro. Vediamo quindi cos’è il contrasto?

fashionjackson.com

jeansandateacup

Si parla di contrasto quando due colori hanno una luminosità molto diversa tra loro, il bianco per esempio che è il più chiaro, a contatto con il nero, il più scuro. Ma anche il giallo che è molto chiaro e luminoso a contrasto con il viola che è molto più scuro, quindi, il contrasto si può creare sia tra colori chiari che colori scuri, ma anche tra colori puri, se essi sono appunto più o meno luminosi. Più i colori si somigliano per luminosità più il contrasto si abbassa, quindi, nero-bianco ha un contrasto più alto di blu-rosa, e a sua volta, navy-bordeaux ha un contrasto molto basso, così come rosa-beige.

Il contrasto quindi, va da sè, che lo creiamo quando abbiniamo i capi. Capiterà spesso a chi ha una sproporzione, di utilizzare un colore chiaro sopra e uno scuro sui pantaloni o viceversa, creando un contrasto alto o mediamente alto.

bohme

ohhcouture

Come fare, quindi, a capire se è un bene, rispetto alla nostra stagione cromatica, indossare un contrasto alto oppure un contrasto basso? Ovviamente, se siete già state analizzate, vi sarà anche stato detto che tipo di contrasto avete, ma se invece non avete la più pallida idea dei colori che vi donano è possibile capire solo che tipo di contrasto avete, semplicemente guardando i vostri colori. I colori dei vostri capelli (anche se sono tinti) hanno un contrasto alto con il vostro viso? Avete capelli neri con viso chiarissimo? Castani con viso mediamente scuro? Biondi con pelle delicata? Più i capelli e il viso sono diversi tra loro, più il contrasto è alto. Tipicamente, più il capello è scuro e il viso chiaro, più esso è alto, mentre più il capello si schiarisce come il viso o più la carnagione è scura come i capelli, più il contrasto è basso. C’è anche la possibilità di avere un contrasto medio, o medio alto. Il mio, tra viso e capelli, per esempio, è medio alto. Poi si passa a osservare gli occhi e il viso: abbiamo occhi nocciola con pelle olivastra scura? Oppure occhi grigi con pelle chiara? Il contrasto è basso. Abbiamo occhi marrone scuro su pelle chiara? O blu su pelle rosata molto pallida? Esso è alto. Potreste anche avere un contrasto medio alto tra viso e capelli e medio basso tra viso e occhi, come nel mio caso, allora fate la media pesata (il contrasto coi capelli conta di più) e provate tra i due quale è meglio.

Un trucchetto in più: di base, alle persone soft o intermedie, dona un contrasto più basso, mentre alle persone pure o brillanti, un contrasto più alto. Inoltre,di solito alle stagioni Autunnali e Estive dona un contrasto più basso e alle Invernali e Primaverili più alto. Questo significa che un Inverno o una Primavera Pura hanno il contrasto più alto, e che un’Autunno e un’Estate soft il più basso.

weheartit

pin

Benissimo, una volta capito che tipo di contrasto vi dona, cosa ce ne facciamo? Semplice, andiamo a scegliere vestiti che creino il giusto contrasto, non solo tra loro, ma con voi e i vostri colori. Esatto, perchè non solo è importante abbinare bene i colori in modo che creino un contrasto giusto, ma è anche importate che il colore che usate, anche se da solo, e in particolar modo se messo vicino al viso, crei il contrasto adatto. Perciò, se a voi dona un contrasto medio basso, è bene non solo che l’abbinamento sia medio basso, ma anche che il colore al viso sia quello giusto. Cosa significa? Che, se siete molto chiare di pelle, viso e occhi, con un contrasto basso è ottimo abbinare rosa e beige, ma non blu e bordeaux che hanno sì tra loro un contrasto basso, ma con voi, lo creano alto. Allo stesso modo, se il vostro contrasto è alto, perchè come Zooey Deschanel avete capelli neri, carnagione chiarissima e occhi blu, se vi vestite con un colore molto chiaro vicino al viso e molto scuro sulle gambe, create con il vostro viso un contrasto basso che non funziona.

Quindi, ricapitolando, ecco come procedere:

  • capisco che tipo di contrasto ho
  • abbino i colori che abbiano quel tipo di contrasto
  • metto un colore al viso che crei con me e i miei colori quel tipo di contrasto

dresscorilynn

seersuckerandsaddles

E, come fate però a utilizzare la tecnica dei colori, quel bellissimo effetto ottico che vi permette di minimizzare le cose che non ci piacciono se non potete usare i chiari scuri, quindi i contrasti alti? In realtà, ricordate che l’effetto snellente si ottiene sempre quando un colore è più scuro di un altro, non serve che il contrasto tra i colori sia alto. Un pantalone navy rimpicciolirà i fianchi anche se il maglione è bordeaux, un maglione rosa amplierà il torace anche se la gonna è grigio chiaro. Certo, più è alto il contrasto e più l’effetto snellente è alto, ma non sottovalutate il potere di una combinazione di colori a contrasto medio o medio basso.

E quindi, avete capito quale contrasto vi dona? In questi mesi sto approfondendo gli argomenti perchè sto andando avanti con il mio allenamento dopo aver completato la Formazione con il sistema 4×4 By Ferial (16 stagioni), e a fine marzo, sarò finalmente pronta a fare le consulenze on line. Vi farò sapere.

Leave a Reply