Lontano dall’Italia le paturnie diminuiscono
25 luglio 2018
Lo stile delle Giapponesi
8 agosto 2018

Come capire quale colore mi dona?

A meno che questa non sia la prima volta che cercate di capire se un colore vi dona o meno saprete ormai che colore di capelli, sottotono della pelle e colore degli occhi non sono indicativi per arrivare alla soluzione. Non ci sono “i colori che stanno bene alle bionde” o che “fanno risaltare gli occhi verdi”, questo perché potreste come avere gli occhi verde oliva con striature di marrone, una pelle che a contrasto coi capelli neri sembra chiara, ma che in realtà ha le caratteristiche di una ragazza rossa irlandese (parola anche del dermatologo), e un tono di capelli molto neutro, né scuro né caldo che sembra cambiare colore a seconda delle foto.

andrewkelsall

Per questa ragione esistono professioniste molto preparate e con un occhio molto allenato che si occupano di armocromia, ed effettuano un analisi completa che non solo vi indica che stagione siete, ma anche quale esatto punto di blu vi dona e quale sfumatura di rosso evitare. Io ormai due anni fa mi sono fatta analizzare da Lara e ho finalmente svelato il mistero dei miei colori forti. Una cosa però l’avevo già capita, l’avevo capita quando avevo meno di 15 anni, il viola mi stava male, era il colore peggiore che potessi accostare al mio viso, mi faceva apparire pallida, sbattuta, spegneva i miei occhi e persino i miei capelli, avevo anche scoperto che più questo colore si attenuava meglio era, ma certo il lilla non mi donava quanto il rosa.

Insomma capire quale colore vi dona è difficilissimo, capire quale non vi dona invece è molto più facile. Molto più facile, inoltre a meno che voi non siate super appassionate del colore e che non passiate la maggior parte del vostro tempo struccate non sempre è necessaria un analisi armocromatica per vestirsi in modo curato, potete da sole avere un idea di cosa vi dona accostando i colori al vostro viso. Vi diedi le istruzioni per fare questa prova ormai 8 anni fa, e adesso vorrei approfondire questo argomento perché in questi hanno ho capito una serie di cose.

pin

Innanzitutto per fare questa prova dovreste essere struccate davanti allo specchio illuminate dalla luce del giorno non diretta. Non fatela nel camerino di un negozio, né davanti allo specchio del bagno, meglio ancora se la stanza dove siete non ha un colore dominante.

Quali sono i colori da provare? Vorrei farvi fare un procedimento, un po’ diverso da quelli che vedete in giro e da quello che ho riportato su questo blog nel primo post sull’Armocromia, volto non a trovare i colori da evitare e quindi per esclusione quelli che vi donano.

Sono sicura che ognuna di voi sa qual è il colore che le dona di meno, quello che deve evitare sempre, al quale nei negozi non si avvicina o se per praticità indossa quel giorno abbonderà di correttore e fard. Ecco osservate quel colore, siate certe della sfumatura che vi sta peggio, per esempio la mia criptonite è il viola, puro e molto intenso, non il lilla che è più chiaro, non il prugna leggermente caldo, il viola.

Osservate il vostro colore-criptonite e cercate di capire le sue caratteristiche:

  1. è freddo o caldo?
  2. è intenso o soft?
  3. è scuro o chiaro?

Il mio viola è freddo, intenso e mediamente scuro. So che una è una di queste caratteristiche o tutte e tre a far di lui il mio nemico. Lo so perchè so anche che il suo opposto, il rosa pesca, caldo, soft e chiaro mi dona particolarmente, nel range dei rosa mi sono sempre mossa con serenità, sia che fossero più o meno intensi più o meno freddi e più o meno chiari non avevano mai tutte le caratteristiche che ha il viola contemporaneamente.

natasha-martin

Di queste tre caratteristiche una sarà la più importante, quella che mi fa essere sicura che qualunque cosa faccia questi colori non mi stanno bene. Come faccio a scoprirle? Tengo ferme due caratteristiche e ne vario la terza:

  • Provo un colore freddo, intenso e chiaro: nel mio caso il celeste. Mmm, non mi convince anche se è meglio. Potrei anche provare a scurire o schiarire il viola che già ho e vedrei che non ci sono nel mio caso grosse differenze, sia scuro che chiaro non lo migliorano.
  • Allora ne provo uno freddo, soft e scuro: il blu cobalto molto opaco, ok va meglio. Potrei anche partire dal viola e aggiungere tanto grigio e noterei che un po’ di miglioramento c’è ma non molto
  • Ora ne provo uno caldo, intenso, e scuro: l’arancione, mmm di nuovo così così, probabilmente meglio del celeste, ma non meglio del blu cobalto. In questo caso devo andarmene dal viola e scaldare sempre di più e noto miglioramenti.

Provo a combinare il più caldo con il più soft e bingo, il sistema di tre equazioni a tre incognite è stato risolto: mi servono colori che per prima cosa non siano intensi ma soft, meglio caldi che freddi, e potrebbero essere sia scuri che chiari ma forse quasi meglio chiari. Se non siete sicure di capire se il colore è chiaro o scuro, freddo o intenso e via così usate paint, o word e la sua tabella dei colori. Se partendo dal viola vi spostate su o giù sulla banda laterale andate su chiaro o scuro, su o già nel riquadro centrale variate la saturazione, da intenso a soft e poi spostandovi di colore trovate quelli più caldi che hanno un po’ di rosso e quelli più freddi più verso il blu.

Ok non è così semplice come l’ho descritto, potreste, tra tutti questa matematica, esservi perse o non essere sicure se era meglio lo scuro o il chiaro, il caldo o il freddo. Ricordate tre cose fondamentali:

  • se avete i capelli tinti indossate il tessuto come se fosse un fazzoletto in testa di modo che non si vedano
  • osservate sempre le occhiaie per capire se il colore è giusto o sbagliato, si intensificheranno se il colore non va bene
  • è possibile essere abbastanza neutre su alcune caratteristiche, io lo sono rispetto al chiaro scuro, e un po’ anche al freddo caldo

Ma soprattutto più importante, non chiedetevi se in assoluto un colore vi sta meglio o peggio, chiedetevi se voi vi piacete quando lo indossate indosso o no, perché questa è la cosa più importante. Se voi vi piacere e tutto il resto del mondo continua a dire che vi sbagliate non importa, solo il vostro gusto e il vostro giudizio (ma soprattutto la vostra felicità) contano.

Se avete difficoltà a capire le caratteristiche del vostro colore criptonite scrivetemelo nei commenti che ci vediamo di trovarle insieme.

0
  • Veronica Patrone

    Ciao Anna,
    Io all’alba dei 27 anni (tra meno di due settimane 😫) non so ancora quale siano i colori che NON mi stanno bene. Fino a qualche anno fa mi vestivo praticamente solo colori molto sgargianti come azzurro, verde acqua, blu elettrico e a detta di amici e parenti stavo sempre molto bene con colori accesi. Tendenzialmente ricevevo commenti “negativi” con colori come bianco o nero (anche se io mi ci vedo bene) e forse il rosa pallido.
    L’unico colore in assoluto che ho sempre trovato mi stesse malissimo è il senape. Ora uso un po’ meno colori molto accesi mi vesto spesso di blu bordeaux e bianco. Quest’inverno però ho fatto un’analisi (online e gratuita) su un gruppo Fb e mi hanno stagionata come: Autunno Soft Profondo. Puoi immaginare la confusione che ho in testa al momento. I colori che ho sempre pensato mi stessero male in realtà dovrebbero essere i migliori per me è continuo a non vedermici 😅

    • Sì il problema delle analisi gratuite sui gruppi è che ti può rispondere chiunque anche chi con la migliore intenzione non ha occhio. (a me dicevano che ero inverno). Fai prevalere il tuo istinto e guarda bene l’occhiaia quando fai le prove, se risalta o no.

  • marty

    ciao Anna!
    che bello questo post. io con l’armocromia ci litigo sempre un po’ perchè davvero non riesco a capire a che stagione appartengo…ho i capelli biondo cenere (colore molto topesco..faccio sempre le meches – se si chiamano ancora così) la pelle chiarissima e gli occhi verdi/gialli/verdi scuri sullo spentino anche loro. ho sempre pensato di essere un’estate chiara o soft ma i colori super delicati che dovrebbero valorizzarmi mi stanno malissimo, sembro un tutt’uno slavato con pallore ospedaliero. il mio colore nemesi è il beige caldo, sia chiaro che scuro e con lui l’arancione e il marrone dorato, e devo dirti che anche il nero non è il mio migliore amico. dal tuo post ho capito che la prima scrematura è sicuramente quella caldo/freddo…solo i colori freddi sono miei amici!!! sul resto però sono ancora moooolto in dubbio…soprattutto sul chiaro-scuro.

    • Hai provato coi colori scuri ma un po’ polverosi, fai la prova spostandoti verso il grigio, magari hai bisogno di intensità ma non di troppo contrasto

    • Marta

      anch’io sono un mix di caldo freddo (capelli biondo cenere-occhi marrone dorato-pelle lattea-sottotono rosa freddo) è una cosa che capita spesso quando magari uno dei due genitori è biondo e l’altro castano,almeno nel mio caso è così, sono uscita come una specie di versione più scura di mia mamma che ha i miei stessi colori ma più chiari, secondo me siamo un po’ “mezza stagione”. Il biondo cenere è un colore di “matrice nordica” che “nasce” in abbinamento agli occhi azzurri, infatti nei Paesi nordici è molto diffuso ma con gli occhi chiari, spostandosi più verso il Mediterraneo e con miscugli vari, ecco che escono accostamenti più insoliti

      • Che bel ragionamento hai ragione, anche io in effetti ho un padre freddo con occhi grigi e una madre mediamente calda, infatti sono meno calda di lei!!

  • Moni Monica_40

    Senza dubbio su di me il peggio del peggio è il nero, il grande classico

    • Anche a me il nero sta molto male, infatti mi stanno meglio i colori più soft e più caldi.

  • Marta

    a me stanno male alcuni colori, per esempio il nero, il verde “bandiera”, ma anche il bianco ottico per esempio
    però dipende molto dal tipo di tessuto e anche dal tipo di abito
    forse è una cosa psicologica..
    per esempio un cappotto rigido di panno che cado diritto nero, mi sta male, ma un cappotto di mohair morbido o di cachemire che cade morbido mi sta bene
    oppure un tubino nero in crepe mi sta male, un abito in chiffon vaporoso magari con volants ecc nero mi dona
    forse non dipende solo dal colore ma anche dalla sua trasparenzaopacità
    diciamo che più che il colore in sè, per me è cruciale il tipo di tessuto, il taglio e i dettagli

  • Zombee

    Io ho fatto analisi del colore tramite gruppi gratuiti, risultando Inverno Profondo Soft (come già sospettavo). I colori che mi stanno bene quindi sono scuri, freddi ma non gelidi e un po’ smorzati. Me n’ero già resa conto indossando il vinaccia, l’antracite e il verde bosco, che sono in assoluto i colori che mi vedo meglio addosso, danno risalto alla mia pelle chiara. E soprattutto ora mi è chiaro perché sono sempre stata alla larga da arancio, senape, beige e corallo che mi fanno inevitabilmente sembrare stanca, malaticcia e con l’incarnato a chiazze!

    • Vedi alla fine impariamo a conoscerci e a guardarci con più oggettività anche facendo questi giochi coi colori. <3

  • chiara benedetti

    Io ho fatto l’analisi con una professionista e voglio dire che sono soldi ben spesi (li avrei spesi in abiti sbagliati, preferisco darli a una persona che sa fare il suo lavoro)!
    Non ci sarei mai arrivata al mio Inverno Profondo Soft e ora tutto ha un senso 😄.

    • Sì assolutamente alla fine è difficile essere oggettivi, io per esempio avevo capito molte cose ma mi mancava l’ultimo passo che l’analisi con Lara ha colmato.

  • anche io sono stata analizzata da Lara, come Inverno profondo soft (o Inverno medio). i colori che mi stanno male li avevo individuati da tempo: colori caldi (tutti i gialli e tutti gli arancioni), colori fluo o molto accesi, ma anche i pastello. il peggio di tutti è il beige. i miei colori amici invece sono quelli intensi ma non troppo accesi, e tendenzialmente freddi: blu, viola, anche rosso purchè non aranciato, grigio antracite, anche nero (ma il nero totale mi spegne).

    • mi stupisce sempre come sia facile capire i colori che non ci donano, e come poi quelli che ci donano siano diametralmente opposti, io viola e quindi ero autunno, tu appunto invece stavi male con gli arancio e quindi inverno.

  • Simona

    È proprio vero che i colori criptonite si identificano facilmente! A me ad esempio stanno malissimo il nero, il bordeaux e il crema, ma ancora non capisco a quale stagione appartengo perché non riesco a ritrovarmi al 100% in nessuna delle varie descrizioni. Ho la pelle molto chiara con sottotono credo neutro, gli occhi blu/verdi scuro con pagliuzze dorate e i capelli castani con riflessi

    • Lascia perdere le descrizioni, io con i capelli molto scuri avrei potuto essere in inverno e invece mi stanno meglio i colori soft. Già hai capito che i colori scuri non fanno per te, hai provato con quelli freddi e chiari?

      • Simona

        Ciao Anna! Ti ringrazio molto per la risposta, per ora ho escluso i colori molto caldi e quelli scurissimi. Mi vedo bene con: il bianco ottico (anche se alcuni mi dicono che invece fa tutt’uno con il mio pallore), l’azzurro, il blu cobalto (il mio preferito), il rosa chiaro freddo e il rosa salmone (solo se non è acceso), il viola, il verde bosco, il verde/marrone, l’acquamarina

        • Allora direi che sei fredda e molto intensa ma no scura, molte ragazze hanno la tua stessa stagione.