Guardaroba Facile: il mio primo corso on line
23 September 2019

Non ti piace la moda, ma vuoi vestirti bene

Ci sono tante cose nella vita che dobbiamo fare, a prescindere che quell’azione ci piaccia o no. Dobbiamo lavare i piatti, stirare, rifare il letto, dobbiamo andare dal dentista, cucinare, andare a trovare quella vecchia zia che ci dice sempre cattiverie, dobbiamo prendere l’autobus, portare fuori il cane anche se piove e andare al lavoro in una bella giornata di sole.

Alcuni di questi doveri potrebbero piacerci: ho un’amica che ama cucinare, c’è chi ama tanto il proprio lavoro, a qualcuno non dispiace rinunciare a una giornata di sole ma va a gusti ed è assolutamente normale se non siamo esaltate all’idea di dover fare tutto.

sezane

Vestirci è anch’esso un dovere, non possiamo uscire di casa nude e tendenzialmente nemmeno indossando un sacco. La società vuole che non solo copriamo le nostre “pudenda” ma che siamo anche vestite in modo ordinato, decoroso, adatto al lavoro che facciamo. E l’atto in sé di vestirsi, di scegliere cosa indossare non per tutti è un piacere.

Per me lo è, io sono quel tipo di persona che si diverte a decidere cosa mettere, immaginare diversi abbinamenti e poter finalmente indossare un vestito che tanto mi piace, sia solo per andare al supermercato che per una cena più elegante. Mi piace girare per negozi, vedere cosa la moda offre, osservare i vari tessuti e colori e immaginare con cosa potrei indossarli. Mi piace anche vestire gli altri.

sezane

Ma non deve piacere a tutti, non sarebbe naturale se fosse così. Eppure con l’abbigliamento è questo che ci si aspetta da se stesse e ogni tanto anche dagli altri. Ci si aspetta che siamo aggiornate su quello che va di moda, che siamo capaci a creare abbinamenti particolari e dedichiamo tempo ed energie a una continua ricerca e modifica del nostro stile. Ma non deve mica essere così. A me per esempio non piace cucinare, non è che proprio lo detesti ma se devo passare il tempo in un qualche modo quello non è il mio preferito. Per me è importante mangiare delle cose sane e sfamarmi senza ricorrere a Just Eat ma, per farlo, voglio spendere il tempo minore possibile e ottenere il risultato migliore possibile. Quindi cosa faccio? Uso molto il forno (perché così mentre lui cuoce faccio altro), faccio spesso le stesse cose, quando provo una ricetta nuova (e succede solo ora che ho il Bimby) la rifaccio più volte finché non la perfeziono e la seguo molto fedelmente, faccio il menu plan e la spesa on line.

sezane

Perché non applicare lo stesso principio anche all’armadio, allora? Se i vestiti, la moda e lo shopping non vi piacciono avete tutto il diritto che sia così, non dovete sforzarvi o finirete per bruciare più volte lo spezzatino come succede a me. Dovete solo risolvere il problema nel migliore dei modi, nel minor tempo possibile e una volta per tutte.

Se io metto in tavola spesso la pasta al pomodoro è perché mi piace, è sana, mi viene bene perché l’ho fatta tante volte. Allo stesso modo indossare spesso l’abbinamento più semplice come jeans scuri, maglietta bianca, cardigan blu e borsa con scarpe blu non vi rende noiose, ma curate e ordinate con poco sforzo.

sezane

Vestirsi bene, in modo curato, senza ogni volta fare tanta fatica è possibile e ho dedicato la mia vita ad aiutare le donne a farlo, a risolvere una volta per tutte il problema dei vestiti per poi dedicarsi alle cose che amano davvero. Oggi non sono qui per spiegarvi come fare – o meglio, l’ho già fatto in ognuno dei 1.000 post di questo blog e durante le mie consulenze – perché non basterebbe un singolo articolo.

Oggi sono qui per dirvi che se non vi piace fare shopping, non siete appassionate di moda, non vi divertite a comporre nuovi outfit va bene così. È assolutamente normale, non vi deve piacere per forza e il fatto che vi piaccia o meno non deve pregiudicare il risultato. Non se affrontate il problema per quello che è: una cosa che dovete fare e che volete fare con il minor sforzo possibile e con il miglior risultato ottenibile.

sezane

Da dove partire? Da un armadio base, dai capi che vi donano, da quelli che vi piacciono, dalla vostra vita quotidiana. Sul blog trovate vari spunti e se invece preferite un percorso più guidato il corso on line Guardaroba Facile che abbiamo creato io e Valentina e che è appena uscito è ciò che fa per voi.

Una volta che però siete arrivate al risultato e siete soddisfatte di quello che indossate e della rapidità con cui vi vestite ogni giorno, non fatevi più scuotere. Ci saranno persone che commenteranno il vostro look magari dicendo che è vecchio stile o sempre uguale, oppure che non siete alla moda. Sono persone che magari amano giocare coi vestiti e che hanno gusti e abitudini diverse dalle vostre ma che, parlandovi così, non capiscono che i loro gusti non sono giusti o sbagliati, sono semplicemente loro. Quindi continuate per la vostra strada e modificate solo quello che voi desiderate modificare.

Nessuno si aspetta che diventiate una concorrente di MasterChef, quindi perché aspettarsi che cambiate il vostro look come una fashion blogger? Quali sono i capi che veramente vi piace indossare e perché? Avete pensato di partire da quelli?

Leave a Reply