Prendersi cura della propria Autostima
28 August 2014
Home Decor: Cucina
3 September 2014

Il Diario dei Complimenti

Vi ricordate quando da bambine scrivevate il Caro Diario? Io ne ho la casa piena, non mi stancavo mai di scrivere, di raccontare i miei sogni, di descrivere che nuovo compagno di banco mi era capitato, e di parlare della mia momentanea cotta. Scrivere è terapeutico ed ho sempre trovato che parlare a se stessi e mettere su carta quello che proviamo faccia meglio che parlare con un’amica davanti a uno spritz, forse perché alla fine siamo noi che dobbiamo prendere le nostre decisioni, e il parere altrui conta fino ad un certo punto.
Per questo motivo ho deciso che il primo compito in questo viaggio dell’autostima sia quello di riprendere vecchie abitudini, creare quindi un diario, cartaceo, da tenere sul comodino ed ogni sera scrivere qualcosa. Non qualcosa di generico però, ma qualcosa che di piace di noi stesse.
Credo che sia una cosa molto importante da fare perché non siamo abituate a farci i complimenti, ci sembra quasi sbagliato vero? La modestia è una qualità sicuramente molto importante, ma modesto è colui che non si vanta pur essendo sicuro del suo valore, per questo motivo non vi chiedo (non ancora) di farvi dei complimenti ad alta voce, o di eliminare quelle esclamazioni di di-stima che spesso ci escono dalla bocca: “Ma non vedi quanta pancia?” “Le mie gambe sono orribili!” Vi chiedo di concentrarvi sulle cose a cui non pensate mai, quelle positive.
La prima sera prendete in mano il quadernino e scrivete tutto ciò che vi piace del vostro aspetto, dalle cose più piccole alle più insignificanti.
Sul mio quaderno la prima sera ci sarà scritto: “Le mie mani, la vita stretta, il colore dei miei capelli, le mie labbra, il mio sorriso, la forma del mio sedere di profilo”
Vi verranno in mente anche le cose che non vi piacciono, non importa, è successo anche a me, ma non dovete scriverle, dovete cercare quelle positive.
La seconda sera riprendete in mano il quadernino e rileggete la prima pagina, vi viene in mente qualcos’altro? Ecco a me è venuto da aggiungere “Le mie spalle, la mia schiena”. Se non vi viene in mente nient’altro osservate una cosa che avete scritto nella lista e chiedetevi perché vi piace, e cercate di descriverlo: “Mi piacciono le mie mani perché sono affusolate, con base dell’unghia lunga, così che non devo farle crescere molto perché stiano bene con lo smalto.”
Provate così tutte le sere, se una sera non vi viene in mente proprio nulla da scrivere, magari perché è stata una giornata pesante, o magari non credete nemmeno più a ciò che avete scritto, le mani non vi sembrano così belle, e il colore dei capelli spento, dovete sfruttare ciò che avete scritto nei momenti positivi. Quindi riscrivete tutte le cose che vi piacciono che avete già scritto: “Le mie mani, la vita stretta, il colore dei miei capelli, le mie labbra, il mio sorriso, la forma del mio sedere di profilo, le spalle, la schiena”.
Io farò questo compito insieme a voi, e troverete le foto di ciò che ho scritto su instragram seguendomi su @annavenere3 o all’hashtag #diariodeicomplimenti, se vi va potete pubblicare anche voi ciò che avete scritto, così che insieme possiamo ricordarci di qualcosa di noi che ci piace a cui non avevamo pensato. Vedrete che abituandovi vi verranno in mente sempre più cose.

 

Leave a Reply