armadio-primavera-estat-mela-vasoTitolo.jpg
L’armadio Base Primaverile-Estivo della Mela a Vaso
26 May 2015
Cinque anni e ancora ho molto da scrivere
3 June 2015

Home Wear Estivo

Se la moda ci impone una serie di diktat di cui alcuni assurdi, ma la sua legislazione dovrebbe interrompersi sulla porta di casa, e quando siamo a casa nostra dovrebbe contare solo quello che noi vogliamo indossare. Certo questo principio dovrebbe valere anche fuori, ma siamo influenzati da una serie di imposizioni e abitudini, se ci vestissimo solo per noi stesse fuori come in casa dovremmo lasciar prevalere le nostre priorità.

a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo22.jpg

Irreale contro reale

Molto spesso invece lasciamo che comandino altre regole. Se l’abbigliamento in casa deve essere comodo, pratico, sporchevole e facilmente lavabile certo ciò non vuol dire che debba essere brutto, vecchio e così rovinato da aver vergogna di darlo alla Caritas.

a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo21.jpg

Irreale contro reale

Se d’inverno è difficile abbandonare quel vecchio maglione pulcioso che ha quasi raggiunto la maggiore età e ha i buchi sui gomiti, d’estate almeno possiamo orientarci su qualcosa di pratico e comodo ma al contempo decente.

a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo23.jpg

Irreale contro reale

Tutto dipende da quanto tempo passate in casa, le attività che svolgete quando ci siete e la compagnia che avete.
Se tornate a casa alle 7 di sera, non dovete mettervi a grattare il pavimento e siete in compagnia del fidanzato che da poco si è trasferito da voi, l’abbigliamento sarà diverso che se trascorrete la mattina a pulire i vetri in compagnia dei gatti.

b2ap3_thumbnail_homewear-estivo24.jpg

Irreale contro reale

Per tutte le forme del corpo l’ideale per stare in casa d’estate, quando non dovete fare lavori di fatica molto impegnativi è un vestitino in cotone, morbido e un po’ ampio, con o senza maniche a seconda del vostro gusto, i modelli migliori sono sia quelli a impero che quelli a trapezio molto svasati, in questo modo vi sentirete libere nei movimenti. Se non fa molto caldo o non resistete a mostrare le gambe nemmeno ai vostri gatti sicuramente un paio di leggings sotto sono l’ideale.

 a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo25.jpg

L’alternativa, soprattutto in primavera, è il look maglietta larga, pantaloni. La tentazione è di indossare quelle magliette quadrate girocollo retaggio degli anni 90, ma ammazzerebbero la figura di qualunque donna, dalla rettangolo più asciutta alla clessidra più pettoruta. Certo comprare magliette apposta se ne avete pieno l’armadio non è il massimo, ma considerate almeno di tagliare il collo alla maglietta in questione per creare uno scollo più ampio e più donante. I pantaloni possono essere i classici leggings o i pantaloni da tuta dritti e svasati, me vendono tanti da Decathlon, ma vi consiglio di non fermarvi ai più economici, salite di mezza fascia di modo che non si sformino dopo solo una settimana. Quando il caldo diventa insopportabile potete sostituirli con un paio di calzoncini, anche questi ampi e morbidi.

 a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo26.jpg

a1sx2_Thumbnail1_homewear-estivo27.jpg

Ai piedi l’ideale è una ciabattina aperta molto comoda, bandito il rasoterra, ma anche gli zoccoli di legno molto rigidi (il perché lo spiega la Spora agli Stiletto tour, non siete andate?), meglio allora le crocs o le birkenstok, o qualunque modello con suola molto morbida.

13 Comments

  1. Cristina Quattrone says:

    e in estate, complici le elevate temperature, vado di magliette bianche o colorate, calzoncini e simil birkenstock (Cristina la traduttrice)

  2. anonimo says:

    Ciao!!Io, da mela a 8, in genere uso esattamente le magliette larghe col collo tondo.. Con leggins color jeans lunghi o al ginocchio.. Devo dire che mi trovo veramente comoda. I leggins li preferisco alle gonne xke sto quasi sempre a gambe incrociate o similari strani incroci sul divano e mi sento piu libera. Le magliette sono quasi tutte eredita del liceo e siccole le uso anche ad andare in montagna non me la sento di tagliarle.. Anche se ci ho pensato spesso; quando sono in casa col ragazzo sto attenta a mettere quelle con i colori che mi stanno meglio ma per il resto nulla. In effetti tutto dipende dalle principali attività che si fanno in casa. Comunque almeno per le scarpe seguo abbastanza i consigli XD. Cri-liz

  3. Ari says:

    Bel post! Io in genere vado di maglietta un po’ larga + jeggings (così posso anche scendere se suona il corriere), ma quest’anno mi è venuta voglia di prendere una vestaglia sobria ma carina, così da essere comoda ma meno sciatta (vivo col mio ragazzo e lavoriamo entrambi da casa). Secondo te è una buona idea?

    • Anna Venere says:

      Le vestaglie sono un po’ difficili, perché non sembrino la versione di “sono malata e molto stravolta” devono essere abbastanza ben rifinite. A me hanno sempre ispirato, ma non riesco a stare in pigiama in casa quindi non ne ho.

  4. Lulli says:

    A me piace stare in vestitini di cotone o calzoncini corti e canotta, ogni tanto pure in vestaglie indiane molte belle( ma non per fare i lavori) , in casa mia non si entra con le scarpe da “esterno” quindi d’estate sto sempre scalza!

  5. AnnaBlume says:

    Pantaloni della tuta morbidi, senza elastico in fondo, con banda alta in vita da rigirare in giù a fare la vita ultrabassa, t shirts ampie delle mie band preferite o quelle da uomo Intimissimi che amo molto, direttamente scalza o con i calzettoni o con le Converse alte tutte slacciate. Trovo molto brutte tutte le ciabatte, quali che siano, tranne forse quelle oversize morbide da uomo che talvolta uso (me le regala a volte a Natale mia zia); i vestiti invece trovo che siano la cosa più scomoda al mondo, e così tristi/poco attraenti specie in versione casa…Io a casa non sto mai composta, né sedendomi né sul divano, i pantaloni sono l’unico capo che consente di annodarsi senza remore. E già che non li indosso fuori, con atteggiamento più che consono, figuriamoci a casa in libertà 🙂

  6. Claudia says:

    Perché nessuno prima d’ora m’ha mai suggerito di tagliare il collo alle mie magliette-da-casa-quadrate-girocollo-retaggio-degli-anni-90-ammazza-pera-cioè-me??? Vado a sforbiciare.

  7. Marina says:

    io uso pantaloncini molto corti neri di cotone, di quelli che si arrotolano in vita senza elastico (per chi ha la pancia, almeno in casa un po’di libertà…) e t-shirt morbide ma con il collo ampio (anche perché sudo molto sul collo), oppure abitini di quando ero due taglie in più, almeno quelli il cui modello lo consente, quindi dal taglio semplice… Ancora belli, non mettibili in giro perché troppo larghi, ma in casa vanno benone ed evito di buttarli!

  8. Marina says:

    Dimenticavo, in un discount dove sono andata per caso a fare la spesa, ho trovato delle infradito “anatomiche” di un materiale morbido e leggero che credo si chiami pat pend… Beh, sono le più comode che abbia mai avuto, e sono indistruttibili. I 5 euro meglio spesi della mia vita… 😀

  9. Alessia Campagnaro says:

    Ok, l’ho fatta: non stiamo neanche insieme e sabato l’ho invitato a cena a casa mia… ECCHECCAVOLO MI METTO?! :'(

  10. Anto Zorba says:

    No scusa le crocs e le birkenstok dovrebbero essere vietate dalla legge per quanto sono brutte!!!!!!

  11. Beatrice Vanoli says:

    Giuro che non è irreale: io mi trovo super super bene in casa in estate con indosso solo una camicia bianca in lino parecchio oversize. Nel senso che l’orlo mi copre ampiamente il sedere e arrotolo le maniche. L’unica cosa che aggiungo è una gonna in jersey o dei leggings per aprire la porta se ordino pizza a domicilio ???? . Quando la camicia è a lavare (e purtroppo ne ho solo una, nonché avendone più trovate di così belle) indosso pantaloncini corti (oysho tipo pigiama), canottierina carina in cotone così non sudo, e infradito! Vestaglie anche molto usate ( estate e inverno, tessuti diversi) ma le indosso solo per stare immobile sul divano quando davvero ho deciso di non uscire tutto il giorno e mi dedico a un film o a un libro!