Scritto da Voi: Troppa autostima
28 February 2013
L’Armadio Base Invernale della Donna a Mela Variata
5 March 2013

Guida agli sconti: da Groupon al second hand

I saldi sono praticamente finiti, ma sono nella loro fase più rischiosa, quella dello sconto folle. Per questo motivo ho deciso di fare un breve post per aiutare ad orientarvi tra le offerte shopping più convenienti di questo periodo e maturare un occhio critico per gli sconti a venire.
gilt city
Di truffe in giro ce ne sono molte, e spendere bene i nostri soldi è diventato fondamentale. E’ importante stare attenti alle seguenti cose:

 

  • se comprate tramite coupon e offerte on line, ad esempio su Groupon, assicuratevi prima che il servizio sia valido, in caso di ristoranti e centri estetici è sufficiente fare una telefonata.
  • i capi esposti non siano più vecchi della stagione passata, nelle catene non è legale farlo, a parte in caso di chiusura locali.
  • i prezzi non siano stati gonfiati, il cartellino originale del prezzo non sempre fa fede, in ogni caso valutate il prezzo scontato dimenticandovi quello originale (su internet tutto ciò è più raro ma non impossibile).
  • il capo sia della vostra taglia, soprattutto se non avete la possibilità reale di modificarlo a costo zero e se il prezzo scontato non è tanto inferiore rispetto al prezzo reale.

 

serial cultura

 

shop-hers
L’ho già detto e lo ripeto: acquistate un capo solo perché vi piace (e vi piace come vi sta) non perchè è un’occasione. In questo periodo infatti non c’è più l’euforia “Arraffo convulso per evitare che qualcosa che potrei desiderare mi venga sottratta”, ma c’è una ben più insidiosa reazione: “Costa così poco che tanto vale prenderlo.” Oltre al fatto che tanto per poco fa comunque tanto, e che quindi 4 capi da 8 € sono comunque 32€ con i quali potreste acquistare un singolo capo per la stagione successiva, l’acquistare a basso costo vi fa anche osservare troppo superficialmente la fattura del capo.
E’ naturale e umano, se una cosa costa 8€ valuterò con più superficialità l’acquisto rispetto a una che costa 80€, con il risultato di riempirmi di capi di:
  • materiali scadenti che fanno subito i pallini, o pendono addosso mollemente
  • capi mal cuciti che si sfilacciano
  • colori brutti o troppo cupi
  • abiti che non indossate perché vi fanno sentire sciatte

 

design sponge

 

lipstick betty
Non è obbligatorio investire tanti soldi per avere abiti di buona qualità, ma per comprare a poco prezzo bisogna avere il doppio dell’attenzione che per comprare grandi firme, non la metà. Per questo motivo le più brave acquirenti di negozi di seconda mano e mercatini sono le più esperte nell’osservare un capo fin nei minimi dettagli.

Leave a Reply