La Tecnica dei Volumi per la Clessidra e la Rettangolo

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2385
  • Commenti
  • Stampa
2385

Come può una tecnica studiata apposta per ridistribuire le proporzioni essere applicata a chi di sproporzioni non ne ha? In effetti la donna a Clessidra e la donna a Rettangolo né che nella loro forma standard né nelle variazioni presentano sproporzioni non seguono pedissequamente nemmeno la tecnica dei colori, figuriamoci quella dei volumi.

a1sx2_Thumbnail1_clessidra-look-sensuale2.jpg

fashion bananas - Clessidra

a1sx2_Thumbnail1_rettangolo-movimentare-figura2.jpg

coffeeblooms - Rettangolo

In realtà, se in senso assoluto sappiamo che la donna a Rettangolo è molto magra e minutina, le sconsigliamo un look total black per evitare di sembrare ancora più sottile ed una donna a Clessidra ben formosa magari può risultare un po' ampliata da un capo di colore chiaro e fantasia. Per lo stesso principio possiamo usare la tecnica dei volumi per queste due forme non come "cura" per le sproporzioni ma per valorizzare al meglio la figura.

a1sx2_Thumbnail1_clessidra-look-sensuale5.jpg

fashion bananas - Clessidra

a1sx2_Thumbnail1_rettangolo-movimentare-figura.jpg

coffeeblooms - Rettangolo

Sono cose che però già sapete, perché le abbiamo analizzati quando abbiamo visto il guardaroba di ciascuna forma del corpo. Quando vestiamo la Rettangolo cerchiamo sempre di aggiungerle un pochino di volume, con capi rigidi o con piccole applicazioni di modo che la sua figura acquisti curve o movimento senza però eccedere. Quindi anche in questo caso il volume va aggiunto a piccole dosi, niente oversize, ma solo un po' di movimento che si può creare in due modi:

  • con capi rigidi e piccole applicazioni: il peplo, una giacca con spalline, ruches applicate in fondo a un vestito
  • con tessuti morbidi e leggeri come gonne plissettate, bluse morbide riprese in vita, pantaloni con pences e vestiti dritti ma impalpabili che creano onde sulla figura.

a1sx2_Thumbnail1_rettangolo-movimentare-figura3.jpg

coffeeblooms - Rettangolo

a1sx2_Thumbnail1_rettangolo-movimentare-figura4.jpg

coffeeblooms - Rettangolo

La Clessidra al contrario, ma in questo caso parliamo solo della clessidra standrad e della clessidra morbida ha già abbastanza curve e non ha bisogno di aumentarle in questo caso utilizzerà la tecnica dei volumi in negativo, senza aggiungere quindi volume, prediligendo capi aderenti che si scostino poco dalla figura e non ne aumentino la sinuosità.

Si sceglieranno quindi vestiti dalle linee pulite, tubini, gonne a matita bluse semplici e senza fronzoli. Attenzione a non farsi trarre in inganno, questa cosa non la facciamo per mortificare o minimizzare una clessidra per il fatto che è formosa, come se chi è sopra una certa taglia o non ha un fisico filiforme non possa indossare certi capi, sapete che un discorso del genere è totalmente contrario alla mia filosofia. Lo facciamo solo perchè la clessidra di suo è già piena di curve e non è necessario aggiungerne altre, se poi una donna con questa forma predilige uno stile che aggiunga altro volume sappiamo che nulla le vieta di farlo, sarà ovviamente sua cura studiare un modo per farlo che la valorizzi.

a1sx2_Thumbnail1_clessidra-look-sensuale.jpg

fashion bananas - Clessidra

a1sx2_Thumbnail1_clessidra-look-sensuale6.jpg

fashion bananas - Clessidra

Se invece la vostra forma è quella della Clessidra magra o, soprattutto, poco formosa potete tranquillamente utilizzare la tecnica dei volumi come la donna a Rettangolo, per aumentare quindi le curve ricordando però sempre di segnare il punto vita. Ora che abbiamo analizzato tutte le forme avete provato a utilizzare la tecnica dei volumi? Certo manca ancora la donna a Mela a 8, ma prima ho una sorpresa per voi, una serie di post che mi chiedete di fare da tanto tempo, chi indovina?

0
blog comments powered by Disqus