Check-up dell'armadio via mail‏

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 4610
  • Commenti
  • Stampa
4610

Ho iniziato a scrivere questo blog perché io ho un problema grave di consiglite acuta: se qualcuno si pone delle domande non riesco a non dargli dei suggerimenti, anche se magari non le rivolge a me. Per molto tempo infatti ho mantenuto un ottimo punteggi su Yahoo answer. Non sono assolutamente il tipo che da consigli non richiesti, non mi permetterei mai di suggerire a qualcuno di vestirsi diversamente se non mi interpella né mi impantano in campi che non conosco bene, ma se so una cosa devo dirla, condividerla perché magari può essere utile, probabilmente si riconduce tutto alla mia grafomania e logorrea verbale.

 check-up-armadio5.jpg

 ahappyhome

check-up-armadio6.jpg

 hitta-hem

Ma quando si ha una mania leggermente compulsiva e la su riesce a incanalare in qualcosa di utile si raggiunge la perfetta combinazione. L'attività di consulenza è partita infatti più o meno parallelamente al blog, anche se all'inizio era gratuita e assolutamente non strutturata per via del numero di mail molto più scarso, e mi è sempre piaciuta molto perché si tratta di aiutare le donne a tirare fuori il coraggio, il loro gusto e vestirsi come si sono sempre volute vestire ma magari si credevano non all'altezza. Si tratta di aiutarle a migliorare la loro autostima attraverso i vestiti e di risolve in poco tempo problemi che a cui non trovavano soluzione.

 a1sx2_Thumbnail1_check-up-armadio2.jpg

 ana-rosa

a1sx2_Thumbnail1_check-up-armadio4.jpg

finchandfawn

A volte infatti basta proprio poco, alcune foto e qualche parola per riorientamento l'armadio di qualcuno verso la giusta direzione, quella che lo rende più utile e funzionale e più adatto alla propria forma del corpo.

Così abbiamo fatto con Alessia, la vincitrice del contest di Natale con la foto più caratteristica del mio nuovo libro "la Ricetta per Amare Se Stessi".

 check-up-armadio.jpg

 media

a1sx2_Original1_check-up-armadio3.jpg

@calledtosurf

L'armadio di Alessia era, come capita nella gran parte dei casi, "bipolare". Gli abiti per le occasioni eleganti e formali erano carini, ricercati, mettevano in risalto tutti i suoi pregi ed avevano uno stile molto marcato. Gli outfit da tutti i giorni invece, che ovviamente erano ciò che indossava più spesso, erano molto spenti, a volte estremamente anonimi e non mettevano in luce i suoi pregi anzi li nascondevano. Si tratta di un'errore molto comune, dedichiamo molta attenzione alle occasioni speciali, tiriamo fuori la nostra anima "frivola" e finalmente l'abito che ci piace tanto non ci sembra eccessivo.

 a1sx2_Thumbnail1_check-up-armadio-alessia.jpg

Per il look di tutti i giorni però pensiamo non valga la pena sforzarsi, ci diciamo che non abbiamo tempo e non sappiamo come portare quello stile e quei modelli dei look da sera in un outfit da tutti i giorni. Poi subentra un altro fattore, abituate a un look molto sportivo ci sembra assurdo andare a fare la spesa o al lavoro con un abitino a fiori, chissà cosa diranno gli altri. Ho consigliato ad Alessia di fare proprio questo, di ricordare bene quali sono i suoi pregi, il bel punto vita e la figura proporzionata e di evidenziarli anche se il look è molto sportivo, lasciando perdere felpe con l'elastico in fondo e maglioni troppo abbondanti e utilizzando qualche abito abbinato a cardigan lungo e scarpe basse anche di giorno.

 a1sx2_Thumbnail1_check-up-armadio-alessia3.jpg

Se anche il vostro armadio ha bisogno di un'analisi per indicarvi la via giusta trovate altri dettagli sulla Consulenza di Check-up dell'Armadio oppure se siete interessate a una consulenza più completa c'è anche l'opzione Cambia Look insieme a me.

0
blog comments powered by Disqus