Allergia ai Profumi

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 6474
  • Commenti
  • Stampa
6474

Quasi sei mesi fa vi avevo annunciato un mio temporaneo periodo di astinenza dal trucco. La dermatologa mi aveva diagnosticato una dermatite da contatto che mi provocava arrossamenti ed escoriazioni su alcuni punti del viso, soprattutto le labbra, ma anche guance e tempie. Dopo avermi indirizzato verso alcuni prodotti sicuri mi aveva vietato quasi tutto, in attesa di fare i test delle allergie che non si possono fare in estate a causa dell'eccessiva sudorazione.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi.jpg

bathandbodyworks

Ho fatto così a novembre il patch test e il prick test in ospedale. Il prick test è veloce, sulle braccia provano alcune sostanze come vari pollini polvere, cane, gatto e lattice e dopo 15 minuti se vi prude un sacco e si è formato un ponfo siete allergiche. Io sono venuta positiva solo agli acari della polvere come sospettavo, è solo leggermente ad polline di cipresso e cane (qui si è consumata una tragedia, ma poi la dermatologa mi ha rassicurato che ci sono razze che potrei prendere e coincidono con le mie favorite).

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi3.jpg

bathandbodyworks

Il patch test è molto più lungo e complicato, si attaccano scotch alla schiena con alcune sostanze, selezionate secondo i sospetti che si hanno, ma questi scotch coprono tutta la parte alta della schiena e per tre giorni non si può: lavarsi, sollevare le braccia sopra la testa, sudare (e voi vi ricordate il caldo di novembre), ma nemmeno indossare zaino o borsa a spalla.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi2.jpg

s-media-cache-ak0 

Dato che della mia allergia erano sospettati una serie di cosmetici tra cui rossetti e fondotinta Mac, saponi viso clinique, e uno shampoo iper delicato yves roches per bambini (che mi aveva fatto venire in viso fucsia), mi sono stati applicati questi più altre sostanze.

Resistere è stata dura perché oltretutto non potevo nemmeno grattarmi, ma uno dei prodotti mi bruciava moltissimo.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi10.jpg

leblogdebigbeauty

Dopo due giorni si torna in ospedale e si tolgono gli scotch ma solo al terzo giorno si fa la diagnosi (e quindi finalmente ci si può ). La mia diagnosi, come avete capito dal titolo è stata allergia ai profumi. Ovviamente questo non significa che non posso indossare il profumo, non solo quello, ma che non posso usare tutti i prodotti profumati. Tutti. Che siano creme, struccanti, rossetti, ombretti, creme per le mani... L'interno armadietto dei cosmetici da rifare praticamente.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi4.jpg

midnightpoem

Ma lo sapete, io non sono una che si perde d'animo, oltre ad aver già trovato un fondotinta che non ha profumo de La Roche Posay, ho un primer occhi che mi fa barriera contro ogni ombretto e una matita che uso da decenni e non mi ha mai dato problemi.
La parte più complicata saranno i rossetti perché quelli che d'un ora ho provato resistono meno di un'ora, come quello della BioNike, pessimo.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi5.jpg

storiesbyme

La cosa più strana invece è successa con lo shampoo che depositato sulla mia schiena per tre giorni ha fatto un buco. Un buco, mi ha bruciato la pelle tanto da farmi un buco e questa secondo la dermatologa non è una reazione allergica, ma solo dovuta all'aggressività dello shampoo su una pelle delicata. Uno shampoo che consigliano ai bambini. La dottoressa mi ha persino fatto una foto alla schiena per portarla a come caso di studio.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi6.jpg

wasbella102

La mia caccia e le mie prove sui prodotti senza profumazione è appena aperta, vi farò sapere se ne trovo qualcuno degno di nota, nel mentre vi consiglio seriamente di fare il patch test se sospettate da tempo delle allergie.

a1sx2_Thumbnail1_allergia_profumi7.jpg

harpersbazaa

0
Taggati su: About me Beauty
blog comments powered by Disqus