Dudubags: Tricolor

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 4573
  • Commenti
  • Stampa
4573
Come immagino saprete non sono una fan degli accessori, o meglio, mi piacciono, ne ho un po', ma non sono la classica ragazza che va matta per borse e scarpe. Se penso ai miei accessori mi concentro sicuramente di più su sciarpe e cappelli (che non sono mai abbastanza) o sugli orecchini.
La borsa e le scarpe per me sono un contorno del vestito, e per questo motivo non spendo cifre sconsiderate, ne ho un numero limitato e tendenzialmente di colori piuttosto base. Nonostante ciò quando la responsabile di Dudubags mi ha contattata proponendomi di inviarmi una borsa di modo che potessi "recensirla" mi sono subito innamorata di una in particolare.
 

 

Era stata una giornata orribile, di quelle devastanti, lavorativamemte e fisicamente e la prospettiva di dover fare una lista con le mie borse preferite del loro sito in ordine di gradimento ha scacciato le nubi nere sulla mia testa. La lista era lunghina, e in pole position c'erano queste tre su cui non mi sapevo decidere, per prima però avevo messo la Tricolor in versione beige-panna-marrone.

 

Dudubags Tricolor

 

Dudubags Sibilla

 

Dudubags Cleonice

 

È stato ancora più bello poter ricevere proprio quella, la mia preferita, pochi giorni fa.
 
La borsa è davvero bella, ispirata alla sorella costosa Trapeze di Celine, e tutti mi hanno fatti i complimenti chiedendomi dove l'avessi presa, anche chi di solito di borse o shopping non si interessa. La cosa che mi piace di più, devo ammetterlo, sono i colori, che per fortuna nella foto sono riuscita a rendere bene. Sono caldi e pieni, il beige è un cammello-miele e il panna è davvero un bellissimo tono. L'altra cosa che ho notato sono le cuciture e le rifiniture, veramente ben eseguite e dettagliate.
Per il resto la borsa è piccola ma capiente, certo non una di quelle borse da trasferta sull'autobus, anche perché l'apertura sul davanti poco si adatta a destreggiarvi con una mano sola, ma è leggera e questo vi permette di riempirla il più possibile senza slogarvi il polso e ondeggiarla camminando come una vera signora. Ecco l'immagine che mi rievoca questa borsa, forse per la sua forma rigida o per il modo in cui la maniglia consente di farla ondeggiare, è quella di una signora anni 50-60, con un look compassato ed elegante. Forse non c'è parola migliore per descriverla di "elegante".

 

 

 

 
Come avete potuto vedere dalle immagini la borsa arriva completamente fasciata e piena di protezioni, oltre alla carta inserita al suo interno. Al manico, oltre al cartellino, erano appesi tre ritagli di pelle, come campione dei materiali utilizzati per realizzare la borsa. L'ho trovata una cosa molto importante perché permette di toccare con mano la morbidezza della pelle, che su una borsa dal modello rigido non sempre si riesce a valutare. 

 

 

 

 

Ho potuto uscire con questa borsa, portandomela a braccetto, solo due volte dato che mia mamma ha già deciso di fregarmela per questa serata, speriamo non piaccia troppo anche a lei o difficilmente stazionerà nel mio armadio...
 
Non dimenticate di iscrivervi al mio Corso di Moda se siete di Genova o dintorni. Ci sono ancora posti liberi.
0
blog comments powered by Disqus