Principesse a Villa Carrara

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3995
  • Commenti
  • Stampa
3995
Sono cresciuta in un appartamento al primo piano circondata da parchi e giardini, senza potervi mai accedere. Sotto di me c'era un giardino con un laghetto, il ponticello in mezzo e le case per gli uccellini sugli alberi, io di notte sognavo di saltare dal terrazzo e camminare per il giardino, come un capitolo de Il giardino segreto. Dall'altra parte della strada c'era un parco, nascosto dagli alberi, di cui si vedeva solo qualche luce e dove tramontava il sole. Quando andavamo agli spogli giardinetti vicino a casa mi sporgevo sempre dal castello dello scivolo per vedere oltre il muro, sbirciare il parco della villa che c'era al di là. Una baby sitter mi aveva detto che là c'erano i coniglietti di Maple Town e io ci avevo seriamente creduto. 
Pur crescendo il fascino per quel posto è rimasto, anche se poi ho scoperto si chiamasse Villa Carrara, che di ville ce n'erano più di una, ma Patty di Mapple Town non era un'inquilina. Non c'ero mai entrata, ci avevo camminato a fianco, in bici, persino di corsa, ci ero cresciuta a fianco, ma non ci ero mai entrata. Fino a pochi giorni fa.
 

 

 

Foto di Lisa e Betty da Come due Gocce d'Acqua
 
Quando Cecia mi ha avvisato che Chiara Farsaci ci aveva chiesto di fare le madrine di un evento che si sarebbe tenuto a Villa Carrara non ho potuto che dire di si, nonostante il periodo frenetico, nonostante il lavoro, nonostante tutto.
 

 

 

 
L'evento che si è svolto mercoledì 5 dicembre ha unito gli abiti della stilista Daniela Vecchi che già vi avevo mostrato, con la scuola di trucco Non solo unghie, le decorazioni di fiori Le creazioni la Mimosa, e la creatrice di profumi Nobile 1942 in un salone di una delle belle ville del parco dei miei sogni. Per mia fortuna, dato che fidanzato e mamma mi avevano dato forfait, avevo la mia amica Iaia che è stata così adorabile da prestarsi come mia fotografa, così che io possa mostrarvi un po' di quella bella serata.

Al trucco con Valentina




Facce buffe



Le creazioni di Le Mimose
 





 
 
Ammetto che sono rimasta estasiata dal modo in cui mi hanno truccato, e spero di poter aver presto il tempo per seguire uno dei loro corsi individuali di trucco, di modo da poter ricreare il trucco che si adatta bene alla forma dei miei occhi. Le altre creazioni che mi hanno stregato sono state le composizioni floreali di Letizia, tra cui la mia preferita con le spighe di grano.
Sono stata mio malgrado lontana dalla sala dei profumi che emanava un odore favoloso, ma i profumi intensi mi fanno venire mal di testa, ma vi invito a vedere il post di Lisa e Betty sull'argomento che hanno persino visitato il laboratorio di Nobile 1942.

Con Letizia

Lisa & Betty

Cecia, Io, Lisa e Betty

Cecia, Io, Lisa e Betty

La cosa più bella di quest'esperienza è stata però proprio farla insieme, sia perché ognuna ha potuto impegnarsi in modo diverso a seconda dei suoi impegni quotidiani, sia perché abbiamo potuto condividerla e conoscerci un po' meglio. Anche se data la velocità di chiacchiera non ci serve molto tempo, credo che se ci ritrovassimo in un bar davanti a una tazza di tè non smetteremmo più di parlare.
 
 
0
Taggati su: Fashion show
blog comments powered by Disqus