Ultimo shopping arretrato

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3511
  • Commenti
  • Stampa
3511
È molto tempo che non scrivo questo tipo di post, e non crediate che sia perché non faccio più shopping. Chi mi segue su twitter, su facebook e instagram (@annavenere3) ha potuto constatare che non mi sono di certo arrestata.
Raccontarvi dei miei acquisti mi ha sempre divertito, credo che sia anche utile descrivervi tutti i ragionamenti (malati?) che ci sono stati dietro ciascuno e dato che ho il cervello sempre pieno (noi ragazze della vergine siamo molto brave a frullarci il cervello) raccontarveli mi permette di svuotare un po' di pensieri.
Non ho più avuto il tempo di farlo però, per un semplice motivo: le foto. Nonostante mi sia comprata una piccola ed economica Lumix che fa tutto da sola, fare le foto agli acquisti è sempre un po' macchinoso. Deve esserci la luce giusta, il che vuol dire weekend perché dal lavoro torno sempre dopo le 7. Devo stendere un telo bianco dove voglio fare le foto, il letto con copriletto a fiorellini di quando avevo 12 anni rovina tutto. Il telo bianco fa le pieghe, la foto viene sfocata bla bla bla. Immaginate anche perché non pubblico i miei outfit? Oltre che una scelta di campo è una scelta pratica, come gran parte delle decisioni che prendo.
A un certo punto però è venuta in mia aiuto la tecnologia, sotto forma di iPhone, con super macchina fotografica e instagram che rende belle tutte le foto. Così posso fotografare tutto appena acquistato e condividerlo (che novità eh? La gente lo fa da almeno 3 anni ma per me è ancora tutto una scoperta).
E quindi eccomi qui a parlarvi dei miei acquisti degli ultimi tre-quattro mesetti.
 
Ho comprato solo, solo, tre paia di scarpe! E se contiamo che due sono rasoterra e quindi tengono meno spazio in scarpiera contano meno, vero? Tutte e tre però vengono da Mauro Leone. Con le scarpe l'avevo già ammesso ho quanche problema in più di irrazionalità, nel senso che le mie solite remore e indecisioni si dimezzano e mi lascio guidare un po' di più dall'amore a prima vista.
È stato così con queste ballerine rosa, le avevo già viste bianche di vernice ai piedi di Ginni, e quando in vetrina le hanno esposte rosa con fiocco bianco non ho potuto resistere. Le ho usate moltissimo soprattutto quando il tempo non voleva decidersi a far arrivare l'estate.

 

Ballerine Mauro Leone 45 euro

 

Le seconde scarpe che ho comprato sono altissime, mi fanno raggiungere 1,77 e trovare i biglietti di auguri che erano finiti sulle mensole più alte. Mi piacciono moltissimo perché sono comode perché si adattano a moltissimi abbigliamenti, dai jeans(quelle 5 volte l'anno in cui li metto) al vestitino vintage blu con gonna a pieghe, e posso usarli anche di giorno resistendo a camminarci anche per tutto il centro. L'acquisto è stato fatto davvero d'impulso, complice la presenza del mio fidanzato che mi diceva: "Ti stanno bene, prendili, ti stanno bene, prendili!" cercando di sveltire le mie solite indecisioni.

 

Sandali Mauro Leone 99 euro

 

Le ultime scarpe sono state acquistate pochi giorni fa. Il caldo mi ha colto alla sprovvista e mi sono accorta di possedere solo due paia di sandali bassi, uno rosso e uno bianco con una perla, così sono volata da Mauro Leone cercando un sandaletto di cuoio facilmente abbinabile e ho trovato queste scarpine, molto comode perché non rasoterra ma con un po' di suola morbida. Il laccio intorno alla caviglia, che purtroppo per camminare molto mi serve, non si slaccia e può comunque essere sostituito con un nastro colorato, sto già facendo la caccia ai nastri in casa.

 

Sandali Mauro Leone 29 euro in saldo

 

Terminate le scarpe passiamo alle borse che come sapete mi hanno angustiato non poco. Finalmente poi ho trovato ciò che ha risolto ogni mio problema, la Longchamp grande bianca. Il negozio (IQ via Colombo 73, l'unico che ha le longchamp a Genova) la aveva solo con il manico corto ma essendo una borsa che userò prettamente d'estate riesco comunque a portarla alla spalla.
Nella mia caccia ho trovato anche questa bellissima enorme borsa di David Scott, acquistarla mi ha permesso di buttare altre due borse da mare che si stavano sciogliendo.
La cosa che adoro di questa due borse (e la adora anche mia mamma) è che piegate non tengono posto e non è un dettaglio trascurabile.

 

 sotto Borsa David Scott 19 euro,
sopra Borsa Longchamp 58 euro

 

Dopo le borse cosa viene se non i cappelli? Già i cappelli perché ne ho comprati ben due.
Il primo stupendo bluette con nastro con fiocco me l'ha regalato il mio fidanzato. È un bel po' appariscente ma vi assicuro che nascondercisi sotto durante un aperitivo sotto il sole è un sollievo.
Il secondo l'ho acquistato durante la mia passeggiata per Torino mentre mi andava a fuoco la testa. Mi ero innamorata della cloche di paglia di Alessandra e non ne avevo ancora trovata una simile. Ci sono pochi modelli di cappelli che amo più di questi e vorrei non togliermelo mai. Il prezzo non è stato economico, ma d'altra parte è un panama che proviene dalla Rinascente e non avevo trovato niente di simile in giro.

 

Cappello Coin 29 euro

 

Cappello Panama Rinascente 45.50 euro

 

Proseguendo con gli accessori, beh qui tutto il mio shopping si è concentrato su That's Mine!, Iaia dovrebbe smettere di creare cose così carine perché io ho difficoltà a resistere. Poi il fatto che siano opere di un'amica e che ritirarle sia anche un'occasione per vederci mi spinge ancora di più all'acquisto.
Per scegliere questi due orecchini in mezzo alla grande varietà di colori ci ho messo moltissimo tempo. Alla fine ho optato per questi fucsia di legno che mi avevano colpito da subito e per questi caramello e rosa di resina, che il mio fidanzato dice sembrano una cialda di gelato.
Iaia poi mi ha sorpreso regalandomi in anteprima un braccialetto in macramè rosa (e che colore se no) al quale ho deciso di affiancarne uno color salvia.

 

 
 
Orecchini That's Mine! In filigrana in legno (10 euro) e in filigrana di resina (16 euro)

 

Braccialetto Macramè That's mine! 10 euro l'uno

 

Sempre tra gli accessori ricadono i miei nuovi occhiali da sole. A mia discolpa mi servivano da qualche anno un paio di occhiali da sole non graduati di modo da indossarli con le lenti e questi fanno parte dello shopping semi compulsivo con il fidanzato. Visto che preferisce fare shopping che andare al mare nel weekend (è anomalo lo so) mi ha portato a sceglierli. Dato che il mio viso è un po' stretto all'altezza degli occhi pochi occhiali mi stanno bene e c'è voluta la sua pazienza per trovare il modello giusto.

 

Occhiali da sole Police 95 euro

 

Ho comprato due vestiti da sera in questi tre mesi, per il primo ero giustificata dall'avere una festa elegante con la famiglia del mio fidanzato. Il che richiedeva di apparire al meglio, con un capo che non provenisse da Zara (mamma e nonna sono molto competenti in fatto di moda), che non fosse troppo appariscente e che non costasse nemmeno troppo più di Zara. La prima scelta era ricaduta sul meraviglioso abito anni 50 di Max&co, a righe orizzontali bianche e blu elettrico. Purtroppo mi serviva una 40 e la taglia minima era la 44, ho provato a farlo arrivare dal resto d'Italia ma era esaurito dovunque. Nel tratta po' ho provato un bellissimo abito di Twin-set Simona Barberini, rosso a impero con i fiori cascanti applicati sullo scollo. Molto bello, ma ormai mi ero in vena di blu, e abiti rossi ne possiedo già due.
Così quando da Compagnia Unica ho trovato questo modello, bluette, leggermente a palloncino, con la cinturina per sottolineare la vita e... I fiori applicati sullo scollo, beh non ho potuto dirgli di no.
Purtroppo per le mie finanze (ma nemmeno tanto), pochi giorni fa l'abito rosso di Twin-set ha fatto capolino da una vetrina di un negozio di Torino e dalla sua gruccia mi ha detto essere a metà prezzo, proprio la xs che mi calzava a pennello. Ho meditato un po' se prendere il modello color champagne o nero, ma poi mi sono detta che non era proprio rosso, era quasi un aragosta e me lo sono portato a Genova.

 

Abito blu Poems 156 euro

 

Abito rosso Twin-set Simona Barberini 80 euro, saldi!

 

I due acquisti di zara sono risalenti al mese in cui vedevo solo rosa, in corrispondenza delle ballerina appunto. La prima è stata una gonna asimmetrica, desideravo follemente una gonna lunga plissettata per poi rendermi conto che non mi sarebbe stata bene, guardavo con sospetto le gonne asimmetriche perché temevo mi avrebbero evidenziato i polpacci, invece questo modello è lungo abbastanza da coprirli. Il suo pregio è che mi fa sentire al contempo elegante e in pigiama, inoltre adoro sentirla che mi accarezza le gambe quando è mossa dal vento. Poi non ho proprio resistito all'abitino con colletto da Peter Pan, è un po' trasparente nonostante abbia la sottoveste, ma con intimo color carne non si nota niente.

 

Gonna lunga asimmetrica, 39 euro Zara

 

Abito rosa Zara 39 euro

 

Avete già visto i miei acquisti di GillaCM, sì, acquisti al plurale perché poi ho ceduto e ho comprato il meravigliosa poncho blu e rosa, ma taglia S. Perché in fondo se mi devessi vergognare dei cosciotti al mare sarei senza speranza.

 

 

0
Taggati su: Shopping
blog comments powered by Disqus