Regali, etica e Paperblanks

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2299
  • Commenti
  • Stampa
2299
Non c'è più scampo, ora sono una vera Fashion Blogger. Da cosa l'ho capito? Qual'è il segnale che mi ha fatto notare la mia svolta? Hanno iniziato a regalarmi cose... (Prego notare l'ironia della frase, che non intende nè denigrare le Fashion Blogger, ne sancire che io creda davvero che sia questo che fa di loro/noi delle Fashion Blogger.)

 

 

Era un po' che mi interrogavo sull'argomento regali-pubblicità. Mi interrogavo perchè iniziavo a sentirmi un po' l'unica scema che non riceveva niente gratis, il motivo è presto detto: non contano i follower, le visite o la qualità di quello che scrivo. Il motivo è ben più semplice:
  • se regali tu non chiedi, regali non ottieni, 
  • se pubblicità tu non fai quando ti mandano i comunicati stampa, regali non ottieni.
Insomma mi sembra anche giusto. Mi sono un po' arrovellata sul problema etico e ho deciso già da lungo tempo di non inserire la pubblicità nel mio blog. Allo stesso modo ho deciso che non mi sarei procacciata regali (non ho nemmeno il tempo per dormire, figurarsi trovarlo per quello), e vi avrei parlato dei miei acquisti che già diciamocelo non erano ridotti.
 
Poi Giovedì scorso mi si è presentata l'occasione di arrovellarmi un po' di più. Mi hanno infatti spedito un'agenda 18 mesi Paperblanks, senza nessuna promessa di articolo o simili, l'agenda poi è arrivata meno di 24 ore dopo che avevo "rivelato" loro il mio indirizzo e la cosa mi ha piacevolmente stupito. Ho provato anche io la bella sensazione di tornare da una stancante giornata di lavoro, (in cui ho pure sbagliato autobus, non ci volevo credere) e trovare un pacchetto per me.
 
Così mi sono armata di iPhone (ho deciso che sarà il mio massimo sforzo come fotografa), e ho fatto la brava Fashion Blogger fotografando l'apertura del pacchetto.
 
 
Ho accettato questo regalo e ho deciso di scriverci un post, perchè io sono una maniaca di agende e quadernini, credo che sia un lato preponderante della mia grafomania. Vi giuro che non farei altro che far scorrere la parker blu su pagine ben rilegate color panna, a righe e non a quadretti se voglio viziarmi. Inoltre i quaderni e agende Paperblanks mi avevano sempre attirato molto, ne riempono i corridoi prima della cassa da Feltrinelli e giocavo sempre con le loro chiusure calamitate. 
 
 
Come potete vedere dato che l'agenda che mi è stata spedita è 18 mesi e inizia a luglio 2012 ho già iniziato a riempirla, per fortuna, perchè la mia dipendenza da grafomania avrebbe sofferto nell'aspettare settembre o addirittura gennaio.
 

 

 
L'unica altra ditta che aveva deciso di regalarmi qualcosa era la geniale Tailor4less, che quando ero ancora agli inizi si era offerta di farmi provare il loro servizio dandomi un buono per una camicia, ed ero stata entusiasta di potervi segnalare un sito che va così incontro alle idee del blog.
 
Ho risolto i miei dubbi amletici decidendo che, se mi capiteranno altre occasioni come questa mi ispirerò alla mia musa di sempre, ClioMakeUp. Come lei infatti intendo rendere chiaro ciò che acquisto rispetto a ciò che mi è stato inviato, e dirvi quello che penso di quello che ricevo.©
0
Taggati su: Gift
blog comments powered by Disqus