Una ragazza fuori moda

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 3686
  • Commenti
  • Stampa
3686

Cosa vuol dire essere fuori moda, e quanto conta realmente?



Il titolo di questo post è anche quello del mio libro preferito Una ragazza fuori moda di Louisa May Alcott, la stessa autrice di Piccole Donne. Me lo regalo mia nonna quando avevo 6 anni e non ero ancora in grado di leggerlo(piccola bimba dislessica) e da allora lo rileggo a intervalli regolari. Polly è sempre stata un'ispirazione, perchè è fresca e dolce e rimane tale anche mentre è in visita a casa di una sua amica da questa famiglia benestante di città dove viene un po' canzonata perchè fuori moda. Polly che si mantiene da sola dando lezioni di piano, che insiegna all'amica caduta in disgrazia a rifarsi il guardaroba, che tiene ferma la testa di Tom mentre il dottore gli mette i punti, e chi gli da consigli sul suo futuro guadagnandosi un bacio. Mi è rimasta impressa una frase pronunciata dalla nonna di Fanny la ragazza da cui è in visita: "L'innocenza è passata di moda."

 

 

 

Questo preludio per sottolineare che è inevitabile che certi abiti, certi modi di vestirsi vadano di moda ma l'importante e il difficile è adattare quando possibile, la moda ai nostri gusti e al nostro fisico(non il contrario), e ignorarla quando non lo è.

 

 

 



Quello che va di moda è semplicemente quello che la fa da padrone nei negozi, per questo motivo ignorarlo non è semplice. Se vanno di moda le magliette sopra l'ombelico(ricordate quel periodo?) non troverete facilmente magliette più lunghe. Va di moda il viola e avrete difficoltà a trovare una camicetta rossa persino sotto natale. Questo significa andare di moda, ed assolutamente errato seguire queste fluttazioni senza freni e senza dubbi, sia perché penalizza qualunque fisico, sia perché fa sembrare poco sicuri di se, sia perché è notevolmente costoso.
 

 

 

 

Oltre a questo però si crea anche un altro strano paradosso che è l'assuefazione. Avete sempre odiato i pantaloni stretti in fondo? Dopo anni e anni che nelle vetrine non si vede altro ci sembra strano indossare un paio a palazzo. Dopo un po' che vi propinano camicette con le ruches inziate ad appezzarle anche se prima vi sembravano inutili e fastidiose!

 

 


Che vi lasciate influenzare o meno, l'importante è ricordare che essere fuori moda non è una colpa, anzi è un segno di distinzione. Se non seguite passivamente quello che riviste e sfilate vi impongono vuol dire che avete qualcosa di più interessante da dire e da mostrare.

0
blog comments powered by Disqus