Ultimo Shopping: Triumph e alluvione

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 4377
  • Commenti
  • Stampa
4377

Non avrei mai sperato che il post sui reggiseni che non reggono avrebbe suscitato una discussione dove ciascuna metteva a disposizione la sua esperienza. Cosa c'è di più prezioso che ricevere consigli da qualcuno che ha vissuto la stessa esperienza? Così tutte le mie lacune sull'argomento, (dovute alla taglia standard di reggiseno che porto) sono state colmate dai vostri commenti. Chi ha condiviso la sua esperienza positiva sui reggiseni yamamay per taglie piccole, chi ha confermato di essersi trovato bene con la triumph e chi con me si è interrogato sulle taglie conformate.
Le taglie conformate sono quelle che differiscono tra circonferenza sotto seno e taglia della coppa. Niente di più utile in quanto non è detto che una donna che ha un torace ampio abbia anche un seno prosperoso e viceversa. Le taglie conformate si dividono in 32-34-36-38-40-42 che comprissondono alla 1-2-3-4-5-6 identificando la circonferenza sotto il seno. E in A-B-C-D-E taglia della coppa.
Ho trovato una tabella su wikipedia che mi ha del tutto lasciata perplessa. Per questo motivo ho voluto andare nel negozio della triumph a farmi consigliare dalla commessa.


Per le molte di voi che non sono di Genova il negozio della triumph è all'inizio di via XX Settembre, di fronte al palazzo dove faccio yoga, nella zona dove duranta l'alluvione l'acqua era a un metro e mezzo.


La commessa che mi accoglie con il metro intorno alle braccia è poco più bassa di me, con i capelli neri e l'espressione dolce. Mentre le indicò il completino blu a pois che vorrei provare mi attacco al discorso che faceva con la signora appena uscita, dicendole che io ero nel palazzo di fronte durante l'alluvione. Lei mentre mi misura torace e giro seno mi racconta la sua alluvione. E lei mi racconta: era da sola in negozio, aveva mandato a casa la collega che abitava nella val Bisagno. Nessuno l'ha avvisata, quando ha visto arrivare l'onda ha capito di essere in trappola e lottando contro la pressione dell'acqua riuscendo ad aprire la porta che da sul retro ed è sgattaiolata via di lì. Mi ha detto che ancora ora non riesce a dormire e io non so dove trovi il coraggio per continuare a lavorare lì. La realtà è che è andata a tutti noi molto meglio di come poteva andare, se penso a tutte le persone che lavoravano nei fondi dei palazzi di via XX Settembre.

il negozio Triumph è quello con l'insegna rossa.

 



In mezzo a questi tristi discorsi però si va avanti e andando avanti mi ha sistemato le spalline della seconda coppa B che mi sono provata confermando che è la mia taglia.
Ormai qui a Genova l'alluvione è ancora l'argomento principale, quando si incontra qualcuno che non si vede da ottobre gli si chiede: "tu dov'eri?" e cominciano i racconti: "Io ero a casa,ma mio figlio è tornato in moto con l'acqua alle ginocchia." Qui il politico più insultato è la Vincenzi, Berlusconi ha solo il secondo posto, e non so se mai avremo un sindaco che metterà i fiumi prima delle ripavimentazioni, il trasporto pubblico prima della notte bianca, e i guardrail della sopraelevata prima della costruzione di un parcheggio a pagamento. Ma lo spero tanto.

0
blog comments powered by Disqus